Il progetto

Il viaggio psicologico tra ferite e cure dell'anima dalla scoperta dell'infertilità alla PMA

Il progetto nasce dal cuore di tre psicologhe provenienti da tre parti diverse dello stesso territorio regionale (il Veneto), che si sono conosciute professionalmente, durante un Master riguardante il supporto psicologico nella coppia infertile e nei trattamenti di Procreazione Medicalmente Assistita. Approfondendo la tematica, accogliendo le domande che naturalmente nascevano in noi, confrontandoci e valutando le possibilità offerte dal nostro territorio, si è cominciata a far strada nelle nostre menti l'idea di unire le competenze, le idee e le forze verso un obiettivo comune: essere di aiuto alle persone e alle coppie che affrontano un cammino difficile e tortuoso che porta verso il sogno più grande. Cosi' nasce “CERCANDO UN FIGLIO”, nasce dalla sensibilità condivisa per questo argomento, nasce al fine di far fronte a situazioni complesse circa gli aspetti psicologici e psico-sociali legati alla difficoltà o impossibilità di avere figli e con l'intento di migliorare le condizioni delle coppie che vivono questa situazione difficile e complessa.

Credendo con tutte noi stesse in questo progetto abbiamo deciso di presentarlo in concorso al “PREMIO INNOVAZIONE IN PSICOLOGIA” 2016 indetto dall'Ordine Psicologi del Veneto, e con immensa soddisfazione si è classificato al Primo Posto nella categoria “Psicologia clinica- Psicoterapia”. Questa è stata la conferma della bontà del nostro sentire ed il riscatto per l'impegno dedicato, questo ci diceva che avevamo imboccato la strada giusta e ci ribadiva che la necessità di maggiore attenzione alle dinamiche psicologiche nell'ambito dell'infertilità è un bisogno tangibile e sempre più attuale. Una ulteriore conferma arriva con la selezione del progetto per essere presentato nella sezione comunicazioni orali del XXXII Convegno Nazionale di Medicina della Riproduzione di Abano nel 2017. Il progetto prevede una forte e sentita campagna di sensibilizzazione dell'opinione pubblica nei confronti di questa tematica e dell'importanza del sostegno psicologico che essa richiede, attraverso la realizzazione di eventi nel territorio Veneto ed in futuro in altre aree geografiche. Un'altra azione fondamentale è la creazione di questo sito web dedicato alla Psicologia della Riproduzione e all'interazione tra e diverse aree tematiche e le differenti figure professionali che lavorano e cooperano nell'ambito della riproduzione umana in maniera da offrire sostegno oltre i confini territoriali in cui fisicamente operiamo.

Il progetto prevede inoltre un servizio di consulenza psicologica gratuita alle coppie che ne sentono la necessità in maniera da accogliere la domanda e valutare le possibilità terapeutiche ottimali. Convinte di come la diagnosi di infertilità sia un duro colpo per la coppia che momentaneamente vede infrangersi i suoi sogni e di come sia difficile affrontare tutto il percorso che porta a quel sogno, vogliamo ribadire come il contributo dello Psicologo e dello Psicoterapeuta è importante in quanto accompagna la coppia lungo tutto il percorso, la aiuta a restare in comunicazione, ad attivare le risorse necessarie per prevenire eventuali episodi depressivi e a trovare delle strategie efficaci per contrastare lo stress dovuto ai trattamenti. Lo Psicologo inoltre accompagna la coppia nel momento in cui decide di dire basta perché i trattamenti sono risultati inefficaci ed eventualmente ad optare per altre scelte come ad esempio ricorrere all'adozione o diventare famiglia affidataria o accettare con serenità una vita senza figli decidendo di investire in se stessi e nel proprio partner. Tutto questo tenendo ben in vista il focus principale ossia mettere "la coppia al centro" senza mai trascurare le sue dinamiche emotive, relazionali e sessuali migliorandone la qualità di vita.

“Cercando un figlio” è una dono! Un dono perché mi ha portato  il bene prezioso della tua amicizia profonda. È il mio dono per TE  che sei per me una persona cara ed hai dovuto percorrere questo viaggio che non ti ha portato ciò che desideravi ed hai tanto cercato, ma ti ha dato comunque un nuovo modo di vedere la vita, la tua storia e tua coppia. Questo progetto è una dedica alle mie pazienti che mi hanno concesso il privilegio  di accompagnarle per un pezzetto di strada, non il pezzo più difficile forse, ma sicuramente il più travagliato. Questo progetto è dolore perché nasce da esso e di esso si alimenta. Perché è dolore aspettare, è dolore la mancanza, è dolore vedere che la vita va avanti e tu ti senti immobile, è dolore un negativo, è dolore un battito che si arrende. Questo progetto è  ispirato a tutte e lacrime che visto versare e soprattutto a quelle trattenute, a tutte le cose taciute, a tutte le parole taglienti come lame affilate che hanno trafitto la vostra anima e alle quali non avete saputo, voluto o potuto rispondere. Questo progetto è forza, perché ispirato dalla forza di non arrendersi e di rialzarsi ogni volta, ma soprattutto è forza perché mi ha fatto scoprire una nuova forza dentro di me che non pensavo di avere. Questo progetto è vita perché vuole condurre alla vita e perché ricorda che è vita comunque anche se il figlio non arriva, anche se il figlio è il dono di qualcun altro, anche se il figlio lo si raggiunge in un altro continente. Questo progetto è un figlio che nasce nel cuore e dal cuore e con cuore è stato fortemente voluto, assiduamente ed amorevolmente curato, seguito e coccolato. Questo progetto siete Voi che siete approdati qui, in questo spazio dedicato all'AMORE.
D.ssa Daniela De Cesario

Il progetto "Cercando un figlio" è una tappa importante del mio percorso personale e professionale. La spinta di elabborare e sviluppare questo progetto significativo per la mia vita nasce dalla mia sensibilità verso il desiderio di maternità che ogni donna custodisce dentro di sè, verso il desiderio delle coppie che vogliono coronare il loro progetto d'amore tenendo il loro "frugoletto" tra le braccia, ma che trovano un ostacolo lungo la strada. Mi fa piacere pensare che simbolicamente prendo queste coppie per mano e le accompagno in questo viaggio: il cammino a volte procede in salita, a volte ci si ferma perchè si incontrano degli ostacoli che impediscono di avanzare, a volte si prendono delle strade parallele che portano verso altri lidi .....e poi si arriva alla meta. Il viaggio è sempre una esperienza che porta una traformazione interiore profonda, non si ritorna come la stessa persona che è partita. E come dice Gesualdo Bufalino viaggiare significa aggiungere vita alla vita.

D.ssa Giulia Gallinari

Credo fortemente nei legami tra donne, credo nella presenza di un filo conduttore tra tutte noi, credo che esso scorra di madre in figlia ma anche tra chi apparentemente non ha legame. Il corpo femminile porta con sé la forza, la perfezione e porta dentro di sé l'amore più grande, tutto ciò va oltre l'essere madre, desiderarlo ma non poterlo essere o decidere liberamente di non esserlo, è insito in ognuna di noi.
Questo pensiero ha mosso i fili di tutti i passi fatti nella mia vita professionale, dopo essermi occupata di gravidanze fisiologiche ho deciso che era il momento di dedicare le mie forze a quelle donne, e di conseguenza anche ai loro partner, che una gravidanza la desideravano con tutte loro stesse ma che per qualche ragione questo desiderio non poteva essere accolto. Questo progetto per me significa questo, la mano tesa di una donna verso la difficoltà e il dolore di un'altra donna, forze che si uniscono al fine di esprimere quell'amore più grande che ci caratterizza.

D.ssa Chiara Mondin